La stagione 2017 – 2018 è stata densissima!

Un po’ per la baraonda di voci che si è affollata, un po’ per l’imbarazzo della scelta rispetto a quale di esse farvi ascoltare, non ho saputo decidermi ad iniziare il racconto. Poi sono arrivati i giorni pigri d’estate e gli amici hanno già iniziato a mancarmi, così ho voluto riguardare i visi di chi mi ha fatto compagnia quest’anno. Sono rimasta strabiliata e grata!

Ad ognuno un pensiero (proprio come sulle foto di classe a fine anno scolastico, perché siamo orgogliosamente vintage), ad ognuno un grazie per tutta la buona energia di cui mi hanno investito ogni volta che HO APERTO QUELLA PORTA!

Arrivederci a settembre!

Elisa Mavra vince il premio ospite dell’anno, con una presenza continua a mesi alterni. Ci ha rilassato, ci ha fatto concentrare, è riuscita nell’epica impresa di sospendere il tempo. Al workshop di calligrafia (nuove date a settembre e ottobre) si entra stressati dal logorio della vita quotidiana e si esce come dei Buddha! Ti aspettiamo, Elisa, amorevole e paziente come solo tu sai essere alla vista di una coda di ‘n’ ritorta su se stessa!

 

Proprio in occasione di una pausa pranzo di Elisa, c’è stato un salto à rebours per ritrovare la fata madrina di Portmanteau: Luisa Pellegrino, che trasformò una festa d’inaugurazione in un banchetto tra amici. Ci è tornata a trovare ancora con un progetto dedicato al cibo, Millefoglie – bellezza a strati. Il miglior pay off di sempre e la promessa mantenuta di farvi trovare ad ogni evento in un’atmosfera piacevolissima, grazie alle leccornie che sforna dalle sue prodigiose mani, accompagnandole a tutto quello che il suo gusto infallibile intercetta (artigianato, libri, illustrazioni).

 

Una new entry di quest’anno che ha già sfondato, come dietro ad un ariete, il cuore di Portmanteau è Ricamo Editoriale: un service letterario che mette insieme professionisti del mondo editoriale al servizio di autori ansiosi di farsi conoscere. Grazie alla splendida introduzione di Claudia Colucci e alla confortante, istrionica presenza di Gennaro Ricolo nelle retrovie, abbiamo iniziato una serie di presentazioni di libri, rigorosamente in consultazione sullo scaffale degli ospiti illustri dell’area comune. A Claudia e Gennaro dico grazie anche per avermi aperto poco dopo la loro casa. Arriviamo dallo stesso luogo senza esserci mai incrociati, ma è fuori di dubbio che ci siamo incontrati nel posto giusto al momento giusto.

 

E quando dici letteratura a Portmanteau, dici Teste di Medusa! Le compagne del branco quest’anno hanno nuotato più compatte che mai! Insieme alle formidabili, essenziali, piezz’ ‘e core Annalisa Menin (Letteratura su misura) e Marzia Allietta (Coffee&Mattarello) abbiamo condotto le gelatinose creature ad affrontare mari perigliosi. Ci siamo avventurate in cene letterarie con i librai italiani all’estero, trovando un’altro porto sicuro nella cucina di Cleo e Jonatan da Quadre. Ci siamo imbarcate, stringendoci i tentacoli, in una performance da Luna’s Torta. Seguendo rapite la piratessa Irene Pittatore e la sua guida artistica, siamo arrivate ben al di là di quello che già era un bell’omaggio in testi alle amiche di Senza Rossetto e ci siamo scoperte sorelle accoglienti. Poi, di tanto in tanto, remi in barca, ci siamo lasciate cullare dalle storie dei nostri grandi amici librai. In libreria la coppia vince, signori miei! Così quest’anno sono tornati a trovarci dalla Libreria Therese, il pifferaio magico Davide Ferraris richiamando folle oceaniche, e la dispensatrice di amore puro Sara Lanfranco. Non paghe, però, ne abbiamo portate altre due di stelle splendenti: la caleidoscopica Beatrice Dorigo e il concentrato di gioia contagiosa Andrea Bertelli! Entrambi abitano le fortunate mura della libreria La Gang del Pensiero, se volete conoscerli anche voi. A noi i magnifici quattro hanno svoltato le lunghe sere invernali!

 

E venne il tempo di spingersi ancora oltre e così bussò alla porta Andrea Roccioletti, scrittore, editore (per Autori Riuniti), artista, performer, un’anima fortunatamente inquieta che ci ha investito della sua energia espressiva e si è inventato le installazioni letterarie. Il suo libro, rigorosamente anche lui nell’angolino VIP, è stato letto, ma anche ascoltato, guardato, alcuni oggetti sono usciti fuori dalle sue pagine, alcune pagine sono finite dentro i vostri telefoni. Un esperimento interessantissimo che aspetta nuovi autori ardimentosi.

 

Ora riponiamo temporaneamente i supporti cartacei, perché si fanno largo a suon di bip i gruppi legati ai workshop sulle professioni digitali. Ritroviamo sempre più impeccabile e preparata la deliziosa Silvia Sola, rigore e gentilezza armoniosamente insieme, per migliorare la vostra scrittura sul web. Non di sole parole vivono i progetti, ma anche di ottimi video! ai mezzi corazzati entrano Video al chilo, al secolo Erica e Manuela, le paladine del video making, responsabili della più divertente trasformazione dello spazio di Portmanteau in un pazzo sabato pomeriggio.
Infine per sfatare ogni stereotipo sulla freddezza dei programmatori, abbiamo acquisito un altro piccolo pezzo di famiglia con i ragazzi del WooCommerce MeetUp Torino, simpaticissima truppa di esperti e-commerce, radunata dai competentissimi Lucia Arsena e Cristiano Zanca, che si scambiano ad ogni incontro dritte utilissime, ma anche far tintinnare qualche bicchiere in ottima compagnia.

 

Ah ma qui ci si prende cura anche della salute! Quella personale e quella del pianeta si conquistano a suon di Eco Revolution, soprattutto se sventolano la bandiera due veterane della sostenibilità come Greta Golia di Contiamoci (ma per noi rimane sempre la Green Guru!) e Marzia Allietta (sì è quella di prima, una ne pensa e cento ne fa!). Alla scoperta di metodi per ridurre il nostro impatto ambientale e di rimedi cosmetici da preparare in cucina, si aguzza l’ingegno e si fa felice anche il portafogli!

Il benessere, però – si sa – passa anche dall’equilibrio e dalla forza mentale e noi le professioniste più toste ce le abbiamo tutte! Roberta Vacca è la nostra amica psicologa, gran femminista e cuore d’oro dell’ospitalità, perché ci tenta sempre con la sua isola… ma prima o poi arriviamo con tutta la truppa alla conquista della Sardegna!

 

Comunque, se c’è da dare spazio alla fantasia, abbiamo le persone giuste per voi! Accanto alle splendide decorazioni natalizie di Marianna Peracchi, sulla destra, il terzo bel sorrisone (accanto a quello della mitica Menin e di quella creatura meravigliosa di Rosella Lancina) è di Cecilia Campironi, un’immaginifica illustratrice di bravura straordinaria che abbiamo avuto il piacere immenso di ospitare con il suo calendario e che continuiamo a sognare di richiamare per una vera collaborazione. Simona di A fish on a cloud è stata uno dei maggiori successi di presenze per questa stagione, simpatica e professionalissima, l’abbiamo richiesta, anzi richiestissima, con i suoi timbri per la prossima stagione con i suoi corsi e non solo…
Infine, ovviamente, calorosamente e tempestivamente.. che non le salutiamo le ragazze del Torino Craft Collective! Loro sì che sono state le prime a prendere residenza qui e quest’anno i gruppi di lavoro hanno funzionato benissimo, facendoci imparare due nuove tecniche al mese (qui il workshop di Paola Fagnola che se non la conoscete ancora… vabbè!) e portandoci in giro a lavorare nei più divertenti, pazzi laboratori artigiani della città. Quindi un applauso scrosciante alle amiche  del TCC e ancora un personale, sentitissimo bacio in fronte ad Annalisa Di Tommaso, in arte Minilisa, nostra signora delle miniature, per un regalo che da Natale ancora mi fa sorridere e commuovere ogni volta che lo guardo sulla mensola.

E dulcis in fundo, dopo una simile carrellata, riprendiamoci con una buona tazza di tè! Naturalmente ci verrà offerta da nessun altro, se non dalle sapienti mani di Rosalia Russo (Rose e More tea sommelier) che miscela profumi, foglie e personalità strabilianti ogni mese, puntualmente alle 5 di pomeriggio. Grazie alla sua generosa ospitalità abbiamo danzato con Federica Borgogno, poi ci siamo librate leggere con i fiori della floriterapeuta Fabiana Pozzi, ma abbiamo coltivato anche le nostre piante in casa con l’aiuto di Valeria di Bottega Botanica (una missione che sembrava impossibile, ma la Calathea Orbifolia è ancora orgogliosamente con noi!). Dopo l’intervento irresistibile e misterioso di Carla Malinverni, che si è rivelata essere un’esperta di caoching molto efficace, sebbene ci piacesse assai la prima ipotesi di biker nomade e un po’ rock, il Club del tè ha preso la svolta cosmica. Così abbiamo conosciuto due personaggi strabilianti, che vorrei tanto invitare di nuovo e che hanno rivoluzionato completamente il mio modo di vedere la lettura dei tarocchi e i quadri astrali. Clara Aloi (La Claromante) e Patrizia Balbo ci hanno stregato con la loro sensibilità, delicatezza e profondità di linguaggio, prima ancora che con le loro capacità d’interpretazione dei segni.

E sotto questi auspici come potrebbe ripartire la nuova stagione, se non alla grandissima! Ora è tempo di riposare anche per noi, abbassiamo le persiane, riponiamo le tazze, mettiamo i piedi a scalciare in un torrente o in riva al mare e prendiamoci del tempo per sentire la voglia di tornare…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *