Sono passate due settimane di progetti, rincorse, incontri… con un piede pronto a partire per il mare e l’altro che rimane ad immaginare cosa ci aspetterà in autunno da Portmanteau. Mi faccio perdonare e recupero alla grande perché il post di oggi vale doppio! Conoscete già le ruote motrici di Creativi in Rete? Paola Bologna e Paola Tartaglino sono le tenaci alfiere dell’handmade italiano.

La prima è la scoppiettante anima di Oltreverso, la donna che ti mostra una vecchia lampadina, ma nella sua testa è già diventata un cactus… Guardandola lavorare, si vede che si lascia ispirare dalla materialità degli oggetti e che le arde dentro il sacro fuoco del riuso. La sua rubrica su La Stampa è dedicat alle famiglie creative e si occupa di comunicazione per eventi culturali, ha un sorriso che ne racchiude cento e una spiccata attenzione per il mondo dei bimbi.

Paola Tartaglino è l’ingegnosa mente dietro We make a pair, un blog che raccoglie una personale selezione di handmade e design dal taglio hipster ma non spocchioso. Trotta alla volta di qualunque evento o mercatino in giro per l’Europa, le sue foto d’assalto sono ormai richiestissime, scrive per CASAfacile e ha sempre un’app nella manica da passarti nei momenti di difficoltà. Nel suo armadio ha almeno altre due identità: da viaggiatrice (v. Carapau Costante) e da insider nell’arte contemporanea, ma ciò che più la entusiasma, secondo me, è creare ponti tra le persone.

Così arriviamo alla loro creatura, partorita non tantissimo tempo fa, ma già diventata un punto di riferimento importante negli eventi dedicati alle crafter. Creativi in Rete, che “le Paola” curano amorevolmente insieme a Gabriella Trionfi, è un network nato dal presupposto che il ‘saper fare’ non basta più, che l’handmade bisogna saperlo raccontare sul web e che le nuove abilità si acquisiscono più facilmente confrontandosi con gli altri.

Negli appuntamenti concepiti in collaborazione con Manualmente, la fiera dell’handmade a Torino, le ultime due edizioni hanno già richiamato folle oceaniche di curiose, affezionate e professioniste da tutta Italia che hanno messo a disposizione le proprie esperienze. Il prossimo week-end, se siete del settore, non potete perdervi il loro brunch organizzato per il Weekendoit! All’interno della grande manifestazione organizzata ad Ancona dalla pirotecnica Gaia Segattini (ormai torinese d’adozione), le ragazze vi aspettano per una mattinata di networking sfrenato, nell’incantevole cornice di Zucchero a velò. Potete sbirciare qualcosa da qui…

http://creativinrete.it/brunch-network-crafter-maker-weekendoit/

Però, se vi ho fatto venir voglia di conoscerle dal vivo, le trovate a Portmanteau una volta al mese per il Torino Craft Collective, che è nato in una pausa pranzo d’inverno ai primi vagiti di Portmanteau, proprio grazie alle loro idee. Da lì siamo diventate più di 300 in rete e un bel gruppetto di amiche riunite davanti al camino. All’arrivo del TCC, l’area comune è tutto un brulicare di mani che si muovono, ritagli di carta, stoffe colorate, spille, vernici e buffet incontenibili. Passate a trovarci se vi va, sappiamo come tenervi impegnati!

www.creativinrete.it
www.wemakeapair.com
www.oltreverso.it

 

CONSIGLIATISSIMO

il laboratorio di Biancodichina ceramica, Eye Candy Lab e Lou.Ma

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *